Su cosa possiamo aiutarti?

Seleziona l'argomento di tuo interesse e trova le risposte che cerchi consultando il tuo servizio FAQ

Cosa ci chiedete più spesso?

Smart working: il Quaderno Anci sull’accordo individuale per il lavoro agile negli enti locali
SERVIZI ALLA COMUNITÀ

Il manuale traccia il quadro normativo di riferimento e le norme adottate per il rientro in presenza nella pubblica amministrazione e prevede una sezione ad hoc dedicata alla modulistica con esempi tipo di domanda di attivazione del lavoro agile e di accordo individuale con le indicazioni necessarie per lo svolgimento della prestazione lavorativa.

QUADERNO OPERATIVO ACCORDO INDIVIDUALE PER IL LAVORO AGILE
30 QUADERNO OPERATIVO ACCORDO INDIVIDUALE PER IL LAVORO AGILE 1.pdf 22-10-2021 11:22 pdf 1033.86 KB

NUOVO STATO PATRIMONIALE SEMPLIFICATO PER I COMUNI CON POPOLAZIONE INFERIORE A 5000 ABITANTI
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI NOVITA' CONTABILI

E' stato pubblicato dalla Ragioneria Generale dello Stato il Decreto 14 ottobre 2021 relativo alle modalità semplificate di elaborazione della situazione patrimoniale da allegare al rendiconto degli enti locali con popolazione inferiore a 5000 abitanti che rinviano la contabilità economico-patrimoniale aggiornate alle nuove voci di dettaglio del Patrimonio netto ed ai nuovi criteri di alimentazione delle RiserveIl nuovo decreto «Modalità semplificate di redazione della situazione patrimoniale degli enti che rinviano la contabilità economico-patrimoniale» ivi allegato, abroga e riscrive il precedente Dm del 10 novembre 2020.

In attesa della pubblicazione dei file excel riguardanti la Situazione patrimoniale 2021

Gli enti che, in attuazione dell’articolo 232, comma 2, del TUEL, si avvalgono della facoltà di non tenere la contabilità economico patrimoniale allegano al rendiconto la propria Situazione patrimoniale elaborata seguendo le modalità semplificate di seguito individuate, secondo gli schemi previsti per l’attivo e il passivo patrimoniale dall’allegato 10 al decreto legislativo n. 118 del 2011, aggiornati dal decreto ministeriale 1 settembre 2021 a decorrere dall’esercizio 2021 ed utilizzando i dati:

- dell’inventario aggiornato alla data del 31 dicembre dell’anno cui si riferisce il rendiconto, che consentono di determinare il valore delle voci della Situazione patrimoniale indicate nel paragrafo 2;

- del rendiconto, ai fini della determinazione del valore delle voci della Situazione patrimoniale indicate nel paragrafo 3;

- dell’ultimo conto del patrimonio approvato o dell'ultima situazione patrimoniale approvata, ai fini della determinazione del valore delle voci della Situazione patrimoniale indicate nel paragrafo 4;

- extra-contabili, ai fini della determinazione del valore delle voci della Situazione patrimoniale indicate nel paragrafo 5 e per alcune voci delle disponibilità liquide.

DM14.10.2021 Situazione-patrimoniale-semplificata
DM14.10.2021 Situazione-patrimoniale-semplificata.pdf 21-10-2021 12:08 pdf 762.46 KB

FONDI REGIONE LIGURIA_CONTRIBUTI AI COMUNI COSTIERI
SVILUPPO DEL TERRITORIO REGIONE LIGURIA_FONDI

E stata oubbloicata e resa nota la DGR 909 del 15 ottobre 2021 sui contributi ai Comuni costieri per interevnti afferenti la costa ai senso dell'art 21 della L.R. n. 41/2013 per l'anno 2021

Il contributo di di € 1.126.508,49  puo essere erogato a parziale o totale copertura degli oneri sostenuti per interventi di manutenzione di opere di difesa costiera ovvero di ripascimento stagionale degli arenili, realizzati o oggetto di progettazione nei termini sopra precisati; ai fini di una efficace allocazione dei fondi, gli interventi o i progetti non ancora conclusi debbano essere ultimati entro il 30 settembre 2022 e che i Comuni beneficiari debbano comunicare alla Regione Liguria entro il 31 dicembre 2021 lo specifico impiego cui intendono destinare il contributo

Tale contributo è destinato a:
- a interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria di opere marittime esistenti, quali pennelli o scogliere, interventi di ripascimento stagionale delle spiagge, progettazioni di opere di difesa della costa già inserite nel programma triennale dei lavori pubblici o che il Comune si impegna a inserire nel prossimo aggiornamento annuale;
- esclusivamente ad interventi di ripascimento stagionale, qualora la zona di intervento ricada all’interno delle circoscrizioni di competenza delle Autorità Portuali;

Alleghiamo la DGR 909 insieme alla lettera di trasmissione e alla scheda di descrizione dell'intervento.

 

Scheda descrizione intervento
Scheda descrizione intervento.doc 20-10-2021 15:13 doc 36.35 KB
DGR 909_2021
DGR 909_2021.pdf 20-10-2021 15:13 pdf 432.45 KB
Lettera di trasmissione della D.G.R. n. 909 del 15.10.2021
Lettera di trasmissione della D.G.R. n. 909 del 15.10.2021.pdf 20-10-2021 15:13 pdf 84.91 KB

Messa in sicurezza del territorio ed efficientamento energetico dei Comuni fino a 1.000 abitanti: il ministero dell’Interno proroga i contributi fino al 2034
SVILUPPO DEL TERRITORIO

Buone notizie in arrivo per i Comuni fino a 1.000 abitanti: con il dl Agosto (n. 104/2021) il ministero dell’Interno, infatti, ha  previsto l’avvio di un programma pluriennale che proroga, di fatto, al 2034 i contributi per la realizzazione di investimenti per la messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l'abbattimento delle barriere architettoniche a beneficio della collettività, nonché per gli interventi di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, di cui all'articolo 1, comma 107, della legge di Bilancio 2019 (n. 145/2018).
Il ministero dell’Interno, inoltre, è scritto nel dispositivo, emanerà ogni anno entro il 15 gennaio un decreto di assegnazione del contributo a ciascun Comune, “nel limite massimo di 160 milioni di euro per l'anno 2021, 168 milioni di euro per ciascuno degli anni 2022 e 2023, 172 milioni di euro per l'anno 2024, 140 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2025 al 2030, 132 milioni di euro per ciascuno degli anni dal 2031 al 2033 e 160 milioni di euro a decorrere dall'anno 2034”. Il che significa che verrà assegnato a ciascun Comune un contributo che andrà da un minimo di circa 72mila ad un massimo di circa 89mila euro fino al 2034.  
I Comuni beneficiari sono tenuti a iniziare l’esecuzione dei lavori entro il 15 maggio di ciascun anno.


ACCONTI RISTORO AI COMUNI PER MINORI ENTRATE DERIVANTI DALL'ESENZIONE DEL VERSAMENTO IMU IN FAVORE DEI PROPRIETARI LOCATORI.
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

Trattasi di ristoro ristoro ai Comuni delle minori entrate derivanti dall'esenzione dal versamento dell'Imu in favore dei proprietari locatori che abbiano ottenuto l'emissione di una convalida di sfratto per morosità.

L'articolo 4-ter, comma 1, del Dl 73/2021 ha previsto l'esenzione per l'anno 2021 dal versamento dell'Imu a favore delle persone fisiche proprietarie di un immobile, concesso in locazione a uso abitativo, che abbiano ottenuto in proprio favore l'emissione di una convalida di sfratto per morosità entro il 28 febbraio 2020. Il successivo comma 2 precisa che i soggetti agevolati hanno diritto al rimborso della prima rata dell'Imu relativa all'anno 2021, versata entro il 16 giugno 2021. Di conseguenza per ristorare i Comuni delle minori entrate causate dall'agevolazione, il comma 3 ha istituito un fondo con una dotazione di 115 milioni di euro per l'anno 2021.

Alleghiamo il decreto, la nota metodologica e il riparto.

riparto -fl-15-10-2021-all-a
riparto -fl-15-10-2021-all-a.pdf 19-10-2021 17:50 pdf 558.17 KB
ristoro IMU decreto-fl-15-10-2021-all-b
ristoro IMU decreto-fl-15-10-2021-all-b.pdf 19-10-2021 17:50 pdf 217.43 KB
MEF decreto-fl-15-10-2021
MEF decreto-fl-15-10-2021.pdf 19-10-2021 17:49 pdf 225.31 KB

Personale: nel decreto fiscale accolta la richiesta Anci sulla mobilità nei piccoli Comuni
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI DECRETO FISCALE D.L. N. 80 DEL 9 GIUGNO 2021 RECLUTAMENTO PERSONALE PNRR

Tutti i Comuni, anche quelli piccoli, possono bandire procedure di mobilità volontaria e, per i Comuni con un numero di dipendenti a tempo indeterminato non superiore a 100, l’amministrazione conserva la prerogativa del previo assenso alla mobilità dei propri dipendenti verso altre amministrazioni. E' quanto prevede il decreto Fiscale approvato dal Consiglio dei ministri, che recepisce la richiesta avanzata dal segretario generale dell'ANCI Veronica Nicotra di fare chiarezza sui processi di mobilità nei piccoli Comuni e sul mantenimento per questi del nulla-osta preventivo dei Sindaci.
Il D.L. n. 80/2021 ha riscritto la disciplina della mobilità volontaria nelle pubbliche amministrazioni, eliminando il previo assenso degli enti di appartenenza. L’ANCI ha subito segnalato l’esigenza di mantenere il nulla osta preventivo per i Comuni, che sono a rischio di uno svuotamento degli uffici in considerazione della maggiore attrattività delle altre amministrazioni pubbliche, ed ottenuto utili modifiche in sede di conversione (legge 113/2021).

DECRETO FISCALE
Dl fiscale cdm.docx .pdf 19-10-2021 12:29 pdf 422.44 KB
Lettera Nicotra chiarimenti su mobilità volontaria piccoli comuni
lettera chiarimenti su mobilità volontaria piccoli comuni.pdf 19-10-2021 12:29 pdf 382.39 KB

FONDO A SOSTEGNO DI PICCOLE E MEDIE CITTA' D'ARTE E BORGHI COLPITI DALLA DIMINUZIONE DEI FLUSSI TURISTICI DOVUTI ALLA PANDEMIA DA COVID19
SVILUPPO DEL TERRITORIO

È stato firmato l’8 ottobre 2021 il decreto del Ministro dell’interno, di concerto con il Ministro della cultura, concernente la «Definizione dei requisiti per l’assegnazione e delle modalità di erogazione del fondo con una dotazione di 10 milioni di euro, per l’anno 2021, finalizzato a sostenere le piccole e medie città d’arte e i borghi particolarmente colpiti dalla diminuzione dei flussi turistici dovuta all’epidemia di COVID-19», previsto dall’articolo 23-ter, commi 1, 2 e 3 del decreto-legge 22 marzo 2021, n.41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n.69; il provvedimento è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana n.247 del 15 ottobre 2021.

Possono concorrere all’assegnazione del fondo per il sostegno alle piccole e medie città d’arte e ai borghi, i comuni che presentano i seguenti tre requisiti:

a) popolazione residente ISTAT alla data del 1° gennaio 2020 inferiore ai 60.000 abitanti;

b) presenza dell’ente nella «Classificazione ISTAT dei comuni italiani in base alla categoria turistica prevalente» determinata da vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica, ancorché non esclusiva;

c) diminuzione, superiore alle 50.000 unità, delle presenze nelle strutture turistico-ricettive del territorio comunale tra gli anni 2019 e 2020, registrate dall’ISTAT nella rilevazione del «Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi per tipologia ricettiva, residenza dei clienti e comune di destinazione».

 I comuni ammessi all’assegnazione del fondo possono presentare la richiesta di contributo per un solo progetto del valore massimo, comprensivo di IVA e di qualsiasi altro onere, non superiore a 200.000 euro.

Con decreto del Ministero dell’interno, sarà adottato, entro sessanta giorni dalla pubblicazione del decreto oggetto del preesente articolo e, quindi, entro il 14 dicembre 2021, l’avviso pubblico per la presentazione delle richieste di contributo contenente l’elenco dei comuni ammessi alla selezione in base ai criteri definiti all’art. 1, comma 1, del decreto stesso, le modalità di partecipazione, la documentazione da produrre, i criteri per la valutazione dei progetti e per la determinazione dei contributi adottati dalla Commissione, i termini di esecuzione degli interventi e ogni altra informazione ritenuta utile.

FONDO 10 MIONI PICCOLI BORGHI
FONDO 10 MIONI PICCOLI BORGHI.pdf 18-10-2021 16:49 pdf 134.53 KB

FONDI REGIONE LIGURIA_PIANO NEVE 2020-2021
SVILUPPO DEL TERRITORIO REGIONE LIGURIA_FONDI

Notifica Deliberazione di Giunta 2021-AC-1027 ad oggetto: ”Approvazione criteri di riparto del contributo pari ad Euro 100.000,00 da destinare ai Comuni per le spese sostenute per garantire la funzionalità della rete viaria interna nella stagione invernale 2020-2021.” Settore protezione civile

Regione Liguria ha inviato la Delibera con la quale sono stati stanziati fondi pari a 100.000 euro destinati alla copertura dei costi sostenuti dai Comuni liguri, non costieri e con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, per la stagione invernale 2020/2021. 
Precisiamo che, in assenza di integrazioni ulteriori a quelle già in nostro possesso, non è necessario inviare nulla.

Gli uffici di Anci Liguria sono a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito

Provvedimento_2021-AC-1027
Provvedimento_2021-AC-1027.pdf 15-10-2021 16:14 pdf 49.97 KB
Notifica
Notifica.pdf 15-10-2021 16:14 pdf 110.05 KB

ORDINANZA REGIONE LIGURIA N. 31/2021
SERVIZI ALLA COMUNITÀ ORDINANZE REGIONE LIGURIA

Pubblichiamo l'Ordinanza di Regione Liguria n. 31 del 14 ottobre 2021 riguardo l’offerta gratuita di tamponi antigenici rapidi cittadini che abbiano necessità di produrre la certificazione Green Pass (DGC) per accedere ai luoghi di lavoro

Ordinanza Regione Liguria n.31 del 14.10.2021
Ordinanza Regione Liguria n.31 del 14.10.2021.pdf 15-10-2021 10:21 pdf 2193.08 KB

CONTRIBUTI SU INVESTIMENTI ART. 1 COMMA 139 LEGGE DI BILANCIO 2019_ GRADUATORIE 13 FEBBRAIO 2021 - 6 SETTEMBRE 2021
SVILUPPO DEL TERRITORIO

Alleghiamo in un unico file excel l'elenco dei comuni beneficiari e finanziati delle graduatorie pubblicate il 13 febbraio e 6 settembre 2021.

L'ente beneficiario del contributo di cui al comma 139 è tenuto ad affidare i lavori per la realizzazione delle opere pubbliche entro i termini di seguito indicati, decorrenti dalla data di emanazione del decreto di cui al comma 141

a) per le opere con costo fino a 100.000 euro l'affidamento dei lavori deve avvenire entro sei mesi;
b) per le opere il cui costo è compreso tra 100.001 euro e 750.000 euro l'affidamento dei lavori deve avvenire entro dieci mesi;
c) per le opere il cui costo è compreso tra 750.001 euro e 2.500.000 euro l'affidamento dei lavori deve avvenire entro quindici mesi;
d) per le opere il cui costo è compreso tra 2.500.001 euro e 5.000.000 di euro l'affidamento dei lavori deve avvenire entro venti mesi.

Ai fini del presente comma, per costo dell'opera pubblica si intende l'importo complessivo del quadro economico dell'opera medesima. Qualora l'ente beneficiario del contributo, per espletare le procedure di selezione del contraente, si avvalga degli istituti della centrale unica di committenza (CUC) o della stazione unica appaltante (SUA) i termini di cui al primo periodo sono aumentati di tre mesi.

Nell'allegato sono visualizzati in nero i comuni beneficiari del 13 febbraio 2021 ed in rosso quelli beneficiari del 6 settembre

 

COMUNI LIGURI FINANZIATI NEL 2021 CON IL FONDO INVESTIMENTI ART 1 COMMA 139 DELLA LEGGE DI BILANCIO 2019
COMUNI LIGURI FINANZIATI NEL 2021 CON IL FONDO INVESTIMENTI ART 1 COMMA 139 DELLA LEGGE DI BILANCIO 2019.xlsx 14-10-2021 15:10 xlsx 56.5 KB

Cerca altri argomenti

Non hai trovato quello che cerchi? Scrivici!

Il tuo utente non è abilitato al servizio? Scrivici