Su cosa possiamo aiutarti?

Seleziona l'argomento di tuo interesse e trova le risposte che cerchi consultando il tuo servizio FAQ

Cosa ci chiedete più spesso?

FONDI COVID VADEMECUM PER IL CORRETTO IMPIEGO DEL FONDO PER LE FUNZIONI DEGLI ENTI LOCALI
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

Alleghiamo alcune ipotesi su come utilizzare gli avanzi del fondone 2020 ed il fondone 2021

UTILIZZO FONDONE VERSIONE 2
UTILIZZO FONDONE VERSIONE 2.pdf 08-09-2021 15:33 pdf 102.44 KB

Si, allega la NOTA Sintetica ANCI, sulle norme di maggiore interesse dei Comuni contenute nel Decreto Legge 9 Giugno 2021, n. 80 - “CD RAFFORZAMENTO PA E GIUSTIZIA” – come convertito in Legge 6 Agosto 2021 n. 113, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale del 7 agosto scorso

Pubblichiamo le slides del Dipartimento della Funzione Pubblica, sulle nuova riforma del lavoro pubblico. Con la fiducia al Senato il decreto di fatto conclude l’esame parlamentare, perché la Camera dovrà limitarsi a ratificare le scelte di Palazzo Madama. Il provvedimento, nato per regolare le assunzioni e le collaborazioni per il Pnrr, nel passaggio alle commissioni Affari costituzionali e Giustizia del Senato ha aperto le porte delle consulenze per il Recovery anche ai professionisti giovani, senza cinque anni di iscrizione all’albo, e a quelli dei settori non ordinistici della legge 4/2013, e ha imposto un colpo di freno alla mobilità libera negli enti locali.

nota sintetica ANCI in materia di reclutamento del personale PNRR e varie dl 80 del 2021 fin
nota sintetica ANCI in materia di reclutamento del personale PNRR e varie dl 80 del 2021 fin.pdf 23-08-2021 15:22 pdf 268.22 KB
SEMPLIFICARE RILANCIO
SEMPLIFICARE RILANCIO.pdf 02-08-2021 11:23 pdf 882.53 KB

L'ENTE LOCALE PUO' EROGARE CONTRIBUTI ECONOMICI ALLE ATTIVITA' COLPITE DALLE CHIUSURE E RESTRIZIONI COVID UTILIZZANDO IL FONDONE?
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

E' stato pubblicato su Il Sole 24 ore (NT Plus Enti Locali ed Edilizia) un articolo di commento ad una deliberazione della Corte dei Conti della Regione Emilia Romagna N. 130 del 2021 che in risposta ad un quesito specifico di un Comune, che in seguito all'emergenza sanitaria vorrebbe intervenire mediante i contributi da erogare alle attività economiche interessate dai provvedimenti restrittivi, utilizzando il "Fondone"

Dell'articolo vi citiamo alcuni passaggi:

I giudici fanno presente che risulta tra le funzioni istituzionali del Comune la possibilità di erogazione di contributi ai singoli individui che si trovino in stato di difficoltà economica, è tuttavia necessario che l'Ente si doti di un proprio regolamento approvato dal Consiglio Comunale per disciplinare i presupposti e le modalità di erogazione (ai sensi dell'art 12 della Legge 241/1990)

Nell'esercizio della propria potestà regolamentare il comune è chiamato a disciplinare le modalità di rendicontazione dei contributi erogati individuando anche un responsabile di procedimento. 

Nel caso in cui il Comune intenda assumere il perseguimento delle finalità specifiche delineate nel quesito è necessario che siano rispettate le indicazioni fornite dalla delibera n. 7/2021 che pongono l'attenzione sull'interesse pubblico del comune istante di perseguire con finalità equitativa solidaristica l'attenuazione delle gravi conseguenze sulle imprese dell'emergenza sanitaria. e di tutelare quindi il le attività produttive e commerciali esistenti sul proprio territorio.

I contributi e le sovvezioni sono soggetti agli obblighi di trasparenza. Riguardo all'utilizzo del Fondo funaioni fondamentali di cui all'art 106 del DL 34/2020 i giudici contabili riconoscono tale possibilità di utilizzare il Fondone per trasferimenti a famiglie imprese e istituzioni sociali private come voci di spesa certificabili anche nel modello di certificazione.  Tuttavia il comune è chiamato a redigere specifici report per dare contezza del finanznaimento concesso

Deliberazione Corte dei Conti 130_2021_PAR_Bondeno_FE
Deliberazione Corte dei Conti 130_2021_PAR_Bondeno_FE.pdf 04-08-2021 12:51 pdf 155.68 KB

NOTA Sintetica ANCI sul DL n. 73/2021 Sostegni bis convertito in Legge n. 106/2021
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI D.L. n. 73 del 25/05/2021 "SOSTEGNI BIS"

In allegato la NOTA Sintetica ANCI sulle norme di maggiore interesse per i Comuni contenute nel Decreto Legge n. 73/2021 recante “Misure urgenti connesse all'emergenza da COVID-19, per le imprese, il lavoro, i giovani, la salute e i servizi territoriali (c.d. Sostegni bis) come convertito nella Legge n. 106/2021, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 176 del 24 luglio scorso (il cui testo si riporta in allegato).

legge n. 106 di conversione del d.l. sostegni bis
legge n. 106 di conversione del d.l. sostegni bis.pdf 28-07-2021 14:57 pdf 3900.27 KB
nota definitiva d.l. 73 sostegni bis come approvato in legge 106 del 23.7.2021_REV
nota definitiva d.l. 73 sostegni bis come approvato in legge 106 del 23.7.2021_REV.pdf 28-07-2021 14:57 pdf 461.69 KB

RIPARTO SALDO "FONDONE" 2021 - NOTA MEF RETTIFICHE CERTIFICAZIONI FONDI COVID
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

RETTIFICHE MEF SULLE CERTIFICAZIONI COVID

E' stata pubblicata sul sito del MEF una nota nella quale è chiaramente indicato che Le rettifiche al saldo della certificazione Covid 2020 operate dal ministero rilevano ai soli fini dell'attribuzione agli enti del fondo 2021.

https://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/e_government/amministrazione_locali/pareggio_bilancio/citt_metropolitane__province_e_comuni/05/index.html

 

Facendo seguito alle schede finanziarie inviate alleghiamo il dettaglio dei conteggi sulle certificazioni fondi covid 2020,  del fondone  2021 e dei ristori 2021

Nella SEZIONE 1 sono riportati gli elementi esseziali del riparto. L'assegnazione del fondone 2020 al netto della quota agevolazione TARI) le differenze di entrate da certificazione 2020 rispetto al 2019 e la stima delle minori entrate del 2021

Sono indicate nella SEZIONE 3 le rettifiche apportate dal MEF della tabella in excel dalla colonna AG alla colonna AS dove il saldo dell'avanzo del fondone 2020 indicato è uguale al saldo netto da certificazione +/- le eventuali rettifiche apportate dal MEF che andranno poi verificate con lo stesso quando vi arriverà la comunicazione ufficiale. L'avanzo netto del fondone 

Nella SEZIONE 2 sono indicati i ristori 2021

Accanto al FOGLIO con il dettaglio dei dati dei Comuni Liguri c'e' il foglio denominato "cruscotto" se si clicca sul nome del Comune basterà modificare il numero accanto alla lettera K inserendo il numero della riga del proprio comune di appartenenza,

 

 

 

 

2021_07_16_riepilogo saldo1150_LIGURIA
2021_07_16_riepilogo saldo1150_LIGURIA.xlsx 21-07-2021 12:51 xlsx 142.97 KB
20200713_SintesiNotaSaldo1.150mln
20200713_SintesiNotaSaldo1.150mln.pdf 19-07-2021 12:17 pdf 125.68 KB
Nota_Metodologica_Comuni_Saldo fondone_2021
Nota_Metodologica_Comuni_Saldo fondone_2021.pdf 16-07-2021 17:32 pdf 190.21 KB

In data odierna la Finanza locale ha pubblicato il Decreto 8 luglio 2021 ad oggetto "Primo riparto del fondo, di 350 milioni di euro per l’anno 2021, per il ristoro parziale dei comuni a fronte delle minori entrate derivanti dalla mancata riscossione dell'imposta di soggiorno e di analoghi contributi, in conseguenza dell'adozione delle misure di contenimento del COVID-19, istituito dall’art. 25, comma 1, del decreto-legge 22 marzo 2021, n.41, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 maggio 2021, n.69, come modificato dall’articolo 55, comma 1, lettera a), del decreto-legge 25 maggio 2021, n.73".

Alleghiamo la nota metodologica, ed il riparto per i Comuni Liguri

NOTA METODOLOGICA RIPARTO IMPOSTA DI SOGGIORNO 2021 decreto-fl-08-07-2021-all-b
NOTA METODOLOGICA RIPARTO IMPOSTA DI SOGGIORNO 2021 decreto-fl-08-07-2021-all-b.pdf 13-07-2021 17:18 pdf 220.14 KB
ELENCO COMUNI LIGURI IMPOSTA DI SOGGIORNO decreto-fl-08-07-2021-all-a
ELENCO COMUNI LIGURI IMPOSTA DI SOGGIORNO decreto-fl-08-07-2021-all-a.pdf 13-07-2021 12:13 pdf 441.09 KB
ELENCO COMUNI LIGURI IMPOSTA DI SOGGIORNO decreto-fl-08-07-2021-all-a
ELENCO COMUNI LIGURI IMPOSTA DI SOGGIORNO decreto-fl-08-07-2021-all-a.xlsx 13-07-2021 12:12 xlsx 11.75 KB

RINEGOZIAZIONE DEI CONTRATTI PER LA GESTIONE E LA RISCOSSIONE DELLE ENTRATE COMUNALI - LINEE DI INDIRIZZZO ANCI/IFEL - ANACAP
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

Pubblichiamo di seguito le linee di indirizzo di cui in oggetto al fine di fornire ai comuni ed ai soggetti affidatari dell'accertamento e della riscossione uno strumento utile che possa evitare l'insorgere di contenziosi e ed assicurare una comtinuità nella gestione.

Potete scaricare il documento allegato

IFEL-Anacap_Linee_indirizzo_contratti
IFEL-Anacap_Linee_indirizzo_contratti.pdf 20-07-2021 17:50 pdf 139.31 KB

PROROGA CONTO ANNUALE PERSONALE
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

E'  stato prorogato al 10 settembre 2021 il termine per la presentazione del conto annuale del personale relativo al 2020,  vista la difficoltà di molti Enti a reperire i dati necessari alla predisposizione dello stesso.  Il termine per l'invio è partito lo scorso 28 giugno e la conclusione era  fissata al prossimo 31 luglio. 
Al fine di agevolare le pubbliche amministrazione nella compilazione del conto annuale, la Ragioneria generale dello Stato ha pubblicato in questi giorni, sul proprio sito, nella sezione dedicate alle Faq sul conto annuale, alcuni importanti chiarimenti.

https://www.rgs.mef.gov.it/VERSIONE-I/e_government/amministrazioni_pubbliche/personale_delle_pa/conto_annuale

 


Il potere di ordinanza del sindaco
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI

Il sindaco è l’organo responsabile dell’amministrazione del comune. Nell’affermare ciò, l’art. 50 del D. Lgs. 18 agosto 2000 n. 267 (Testo Unico degli Enti Locali) gli riconosce altresì la legittimazione ad emanare ordinanze contingibili ed urgenti nei particolari casi in cui, in sede locale, possano verificarsi pericoli imminenti ed attuali non altrimenti evitabili. Il citato art. 50 si ricollega all’art. 54, comma 4, del medesimo D. Lgs. 267/2000 il quale, nella formulazione introdotta dall’art. 6 del D.L. n. 92/2008 (Misure urgenti in materia di sicurezza pubblica), convertito con modificazioni dall’art. 1, comma 1, della Legge n. 125/2008, stabilisce che “Il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta, con atto motivato provvedimenti anche contingibili ed urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”.

Tale normativa ha voluto modificare il testo della superiore disposizione, con lo scopo di rafforzare i poteri del sindaco, precedentemente limitati alla tutela dell’incolumità pubblica nei casi di necessità ed urgenza, estendendoli anche alla sicurezza urbana. L’introduzione nell’art. 54, comma 4, cit. della locuzione “anche” prima delle parole “contingibili ed urgenti” ha notevolmente esteso la potestà dei sindaci che, oltre alle ordinanze extra ordinem, hanno potuto emanare ordinanze ordinarie.

La Corte Costituzionale, chiamata a pronunciarsi sulla legittimità dell’art. 54, comma 4, con sentenza n. 115 del 2011 lo ha dichiarato incostituzionale per motivi del tutto particolari, visto che il Sindaco nel caso in questione, vietava con ordinanza l'accattonaggio nel territorio comunale, eliminando dalla novellata disposizione la congiunzione “anche” prima delle parole “contingibili e urgenti” e riportando quindi, il potere di ordinanza dei primi cittadini nell’alveo originario, ovvero nei limiti per cui non è consentita alcuna deroga a norme giuridiche e per i quali il  menzionato potere può essere considerato strumento indispensabile per opporsi a situazioni di pericolo non altrimenti contrastabili.

Durante l’emergenza sanitaria il potere di ordinanza dei sindaci ha subito nuovamente un’estensione (tra l’altro richiesta da ANCI), ed i presupposti per l’adozione possono essere individuati:

·         nell’urgenza, cioè nella indifferibilità dell’atto,

·         nella contingibilità, ovvero nella straordinarietà (accidentalità) e imprevedibilità dell’evento,

·         nella temporaneità degli effetti del provvedimento legata al perdurare dello stato di necessità.

E’ pertanto, la straordinarietà e la peculiarità che contraddistinguono le ordinanze contingibili ed urgenti e quindi le differenzia dagli altri provvedimenti amministrativi, collocandole in una singolare posizione all’interno del nostro ordinamento cioè, fuori dalla straordinarietà, ed all’interno e nel rispetto dei regolamenti di P.S. quindi il Questore, quindi il Prefetto, in una condizione per la quale l'ordinanza è assolutamente motivabile e giustificabile.


Alleghiamo il riparto del fondo centri estivi ufficiale

Gli interventi sono attuati dai singoli comuni anche in collaborazione con enti pubblici ed enti privati, con particolare riguardo a servizi educativi per l’infanzia e scuole dell’infanzia paritarie, a scuole paritarie di ogni ordine e grado, a enti del Terzo settore, a imprese sociali e a enti ecclesiastici e di culto dotati di personalità giuridica

Entro i 15 giorni successivi alla data di registrazione del presente decreto da parte degli organi di controllo, le risorse finanziarie sono erogate a favore di ciascun comune in un’unica soluzione, secondo gli importi indicati nell’elenco.

Centri estivi liguria allegato2 dar 9875
Centri estivi liguria allegato2 dar 9875.pdf 28-06-2021 09:56 pdf 168.78 KB
Decreto riparto fondo centri estivi 2021
Decreto riparto fondo centri estivi 2021.pdf 28-06-2021 09:56 pdf 131.33 KB

Assegnazioni Fondi ai Comuni Liguri per la Solidarietà Alimentare e per la riduzione della TARI alle categorie economiche interessate - Decreto Sostegni bis
SERVIZI FINANZIARI AMMINISTRATIVI D.L. n. 73 del 25/05/2021 "SOSTEGNI BIS"

Ciascun Comune potrà consultare la tabella allegata e verficare le assegnazioni degli importi di entrambi i contributi. Insieme al Decreto di proroga della TARI al 31.07.2021 

Vi ricordiamo che sia il Fondo di Solidarietà alimentare che il Fondo agevolazioni TARI verranno erogati successivamente alla pubblicazione del Decreto del Ministero dell’Interno di concerto con il MEF.  Inoltre, il Fondo alimentare  quest’anno include anche aiuti alle famiglie per il pagamento delle bollette e delle utenze domestiche.

RICORDIAMO come riportato sul sito del MEF (FAQ 11 e FAQ 36) che l’importo della TARI assegnato nel 2020 dovrebbe essere utilizzato dall’ente per finanziare agevolazioni TARI, da attuarsi anche per mezzo del soggetto affidatario del servizio di gestione dei rifiuti urbani. Tuttavia, si ritiene che l’ente possa finanziare con tali risorse anche altre tipologie di interventi - diversi da agevolazioni Tari ma comunque connessi all’emergenza epidemiologica in corso (es. voucher per imprese/famiglie in sofferenza economica) - qualora, sulla base della conoscenza del proprio territorio, ritenesse tali altri interventi maggiormente utili. Viceversa, non è possibile utilizzare tale importo a copertura di minori entrate comunali.

Alleghiamo lo schema di decreto del Fondo Alimentare e la Nota IFEL del 16 giugno 2021 su Agevolazioni TARI non domestiche 2021

TARI 2021 TABELLA UFFICIALE REGIONE LIGURIA
TARI 2021 TABELLA UFFICIALE REGIONE LIGURIA.xlsx 13-07-2021 16:43 xlsx 30.64 KB
DECRETO 30.06.2021 n. 99
DECRETO 30.06.2021 n. 99.pdf 01-07-2021 12:08 pdf 377.31 KB
2021_06_16_nota_agevolazioni_TARI-termini_deliberazioni
2021_06_16_nota_agevolazioni_TARI-termini_deliberazioni.pdf 21-06-2021 13:04 pdf 136.23 KB
Schemadecretosolidarietlimentare (1)
Schemadecretosolidarietlimentare (1).pdf 15-06-2021 11:05 pdf 93.27 KB
RIPARTO DECRETO SOSTEGNI FONDO ALIMENTARE TARI
RIPARTO DECRETO SOSTEGNI FONDO ALIMENTARE TARI .xlsx 11-06-2021 13:08 xlsx 23.68 KB

Cerca altri argomenti

Non hai trovato quello che cerchi? Scrivici!

Il tuo utente non è abilitato al servizio? Scrivici